Consolidamento degli edifici in muratura. Webinar Gratuito

Data: 05/09/2014 / Inserito da: / Categorie: Informazione Tecnica, Punto Flaccovio / Commenti: 48
Nel webinar sul Consolidamento degli edifici in muratura verranno trattate diverse tecniche di intervento tra quelle tradizionali (tiranti metallici, intonaco armato, iniezioni di malta, etc) e innovative (FRP).

Quando? Il 24 settembre 2014 alle 17 (durata 2h circa)
Dove? Webinar, significa seminario online, quindi puoi vederlo su Internet
Come? Più in giù ti spiegherò come lo vedrai, intanto iscriviti!


ISCRIZIONI CHIUSE
Per qualsiasi richiesta di informazioni scrivi a corsi@darioflaccovio.it
 

Consolidamento degli edifici in muratura. Quali sono gli obiettivi del Webinar


L’obiettivo non è tanto quello di riportare quali sono le tecniche in letteratura ma quello di:

  • approfondire la trattazione analitica
  • analizzare come le tecniche entrano in gioco nel calcolo strutturale
  • analizzare il “gioco” in termini globali (pushover)
  • analizzarlo fuori piano (meccanismi locali)
  • intervenire sui parametri di calcolo per migliorare l’esito delle varie verifiche.

Infatti, nella parte finale della discussione, lavoreremo su un caso studio reale per valutare come incrementare gli indicatori di rischio attraverso il consolidamento.



Chi è il docente? L’ing. Michele Vinci?


Michele è ormai un amico della DF, siamo in totale sintonia. È da anni responsabile di sviluppo e assistenza del software VEMNL della Stacec. Ha scritto un libro sul consolidamento delle murature, che in poco tempo è diventato un cult tra i titoli di calcolo strutturale, e un altro eccezionale sui tiranti in acciaio. Mente sensibile e creativa, ha ideato e scritto l’unica pubblicazione che si preoccupa di informare i civili su cosa fare in caso di terremoto. Devo aggiungere altro? Ah, si, è una specie di santo strutturale! Ha creato un sito che si chiama Edifici in Muratura in cui trovi moltissimi programmi gratuiti, video corsi e esempi di calcolo.

Perché abbiamo scelto di fare un Webinar?


Non ti nascondo che ci abbiamo preso gusto. Anche e soprattutto grazie al tuo, al vostro entusiasmo. Abbiamo già fatto due webinar “strutturali” (con Aurelio Ghersi, Angelo Biondi) e entrambe le esperienze sono state eccezionali, abbiamo ricevuto decine e decine di complimenti. Insomma ne faremo spero numerosi.

Ho chiesto a Michele Vinci di spiegare cosa è il consolidamento di edifici in muratura


Come oramai noto, in questi ultimi periodi non si tende a realizzare nuove costruzioni ma a recuperare il patrimonio edilizio esistente. Recuperare il patrimonio edilizio non comporta solo rendere le costruzioni più gradevoli dal punto di vista estetico e più confortevoli dal punto di vista funzionale ma anche aumentare i livelli di sicurezza delle strutture portanti, che spesso risultano essere carenti sia per il degrado accumulato nel corso dei decenni sia per lo sviluppo tecnologico e normativo che hanno messo in evidenza difetti nelle regole del costruire del passato.


Una grande percentuale degli edifici del costruito italiano è costituita da edifici con struttura portante in muratura, appartenenti sia ad epoche molto remote che recenti. Il periodo in cui è stata realizzata una costruzione implica anche la resistenza e il comportamento nei confronti di eventi sismici. Per esempio, edifici costruiti in periodi antecedenti l’inizio del secolo scorso e mai ristrutturati risultano essere più sensibili alla perdita di equilibrio di parti di essi che innescano il successivo crollo (sono sprovvisti di elementi resistenti a trazione come cordoli, tiranti, ecc), mentre edifici più recenti risultano essere più sensibili a meccanismi di tipo globale. Conoscere il comportamento di una costruzione sotto gli effetti del sisma è molto importate in quanto da esso nasce una giusta progettazione del consolidamento.

In letteratura esistono diverse tecniche di consolidamento ed ognuna delle quali ha una propria funzione. Alcune contribuiscono ad incrementare la resistenza fuori dal piano di una parete mentre altre per incrementare quella nel piano. Se una parete è carente in termini di resistenza fuori dal piano, una corretta procedura per intervenire potrebbe essere quella di consolidare con elementi resistenti a trazione (cordoli, tiranti, FRP, ecc.) che ne ostacolano la rotazione. Mentre, se la parete è carente in termini di resistenza nel piano, la procedura potrebbe essere quella di consolidare con tecniche che tendono ad aumentare tale resistenza (intonaco armato, iniezioni di malta, FRP, ecc.).

 

Per intervenire sulle strutture, numerose sono le tecniche di consolidamento di comprovata validità, alcune dette tradizionali in quanto utilizzate da diversi secoli (basti pensare ai tiranti) e altre dette innovative in quanto utilizzate da poco tempo (per esempio, gli FRP sono utilizzati per consolidare strutture da circa un ventennio). Naturalmente, tutte le tecniche sono valide ma non sempre utilizzabili. Anche in funzione del manufatto su cui vengono applicati possono presentare vantaggi e svantaggi. Per esempio, se si deve consolidare un edificio con caratteristiche storico-monumentali, di certo non si procede con tecniche che richiedono l’uso di calcestruzzo (cordoli in c.a., cerchiature su fori, intonaco armato, ecc.), ma con tecniche alternative come per esempio elementi metallici (come spesso capita di vedere, gli edifici storici vengono consolidati con tiranti e mai con intonaci) o FRP. Viceversa, edifici con scarso interesse vengono spesso consolidati con intonaci.

 

Lo scopo del consolidamento è quello di rendere le costruzioni più sicure. Secondo la normativa, l’incremento della sicurezza viene valutato attraverso l’indicatore di rischio (a = PGA / PGARif) della costruzione, cioè valutare quale azione sismica riesce a sopportare. Si analizza la struttura per come si trova prima dell’intervento (stato di fatto) e si valuta il suddetto indicatore. Successivamente, si consolida opportunamente la struttura, si analizza e si valuta nuovamente l’indicatore a. Se risulta essere maggiore a seguito del consolidamento, vuol dire che il consolidamento ha portato dei benefici. Viceversa, se il consolidamento non fa aumentare l’indicatore a, il consolidamento risulta essere inefficace. Tanto più l’indicatore a aumenta, tanto meglio sono stati progettati gli interventi. Naturalmente, l’obiettivo di una progettazione di consolidamento è quello di massimizzare gli indicatori di rischio, minimizzando gli sforzi economici e l’impatto sull’equilibrio originario della costruzione. In altri termini, data una disponibilità economica, occorre consolidare opportunamente la struttura per renderla più sicura possibile nei confronti delle azioni esterne.

 

Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy

  • SIMONA

    ma sono previsti crediti formativi?

  • Formazione Dario Flaccovio

    Purtroppo no, Simona, niente crediti a questo giro.

  • Antonio Nicolosi

    Sarà sicuramente interessante come i precedenti (ho seguito quello dell’ing. Biondi sull’analisi push over). Grazie per queste iniziative

  • Formazione Dario Flaccovio

    Grazie a te e alle altre centinaia di utenti che ci permettono di organizzarle! :)

  • Manuela Barbieri

    HO VISTO CHE LE ISCRIZIONI SONO CHIUSE. E’ PREVISTA UNA NUOVA DATA?

  • Formazione Dario Flaccovio

    Sarà presto disponibile la registrazione di questo stesso webinar, a pochi euro sul nostro sito http://www.darioflaccovio.it

  • http://www.ditano.it gianni

    non ho ricevuto email con istruzioni per partecipare a webinar. Grazie gianni di tano

  • FAAINGEGNERIACIVILE

    Quando saranno inviate le modalità per accedere al webinar con Ing. Vinci, ho spedito mail di adesione l’11/09/2014 ore 15.49. Grazie

  • Marco

    non ho ricevuto il link per collegarmi al webinar, potete inviarmelo per email a marco.fabio2008@libero.it

  • Francesco Ansaldi

    non ho ricevuto l’email di conferma con il linck

  • Daniele

    non ho ancora ricevuto il link per collegarmi….qualcuno può pubblicarlo!!!

  • Antonio

    non ho ricevuto l’email di conferma con il linck potete inviarmelo per email a ing.antoniorizzo@libero.it

  • FAAINGEGNERIACIVILE

    Anche io, prenotato da tempo, non ho ancora ricevuto le condizione di partecipazione al webinar, potete inviarmi email all’indirizzo faaingegneriacivile@alice.it

  • piero

    nemmeno io ho ricevuto la mail di conferma piero@studio-geoproject.it grazie

  • Tiziano

    mi sono iscritto già da diverso tempo al webinar ma non ho ancora ricevuto la mail con il link, potete inviarmelo all’indirizzo tizianocarli@essecistudio.it, grazie

  • Alberico
  • andrea
  • Musa

    buongiorno,
    mi sono iscritta il 18/09, ma non ho ricevuto le credenziali di accesso. potete inviarmele all’indirizzo mlmusa@hotmail.it?
    grazie

  • Nino

    Niente email di conferma!

    agallina@inwind.it

  • Giuseppe

    iscritto il 15/09, ma non ho ricevuto conferma,
    fiumefreddo.g@gmail.com
    grazie

  • FAAINGEGNERIACIVILE

    Nessuna ridposta….Complimenti!!!

  • paolo
  • Enrico Flaccovio

    Ciao Paolo, stiamo provvedendo a risolvere il problema, qualcosa nell’invio dev’essere andato storto

  • Enrico Flaccovio

    Ciao, ti abbiamo inviato l’email prova a controllare

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Giuseppe, stiamo provvedendo

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Nino prova a verificare ora

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Musa, adesso dovresti aver ricevuto l’email

  • Enrico Flaccovio

    Purtroppo c’è stato un problema, prova a verificare ora

  • FAAINGEGNERIACIVILE

    emai arrivata ma il link di accredito mi da errore

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Alberico, dovresti aver ricevuto adesso

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Tiziano, siamo mortificati, prova a verificare se adesso la mail funziona

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Piero, adesso dovresti aver ricevuto

  • Enrico Flaccovio

    Abbiamo provveduto

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Daniele invia un’email a corsi@darioflaccovio.it

  • Enrico Flaccovio

    Verifica adesso

  • Enrico Flaccovio

    Ciao Marco, dovresti averlo ricevuto

  • paolo

    Anche tramite la vostra ultima e-mail con il link non sono riuscito a collegarmi. Attendo allora la registrazione tramite e-mail. studioing.luccioli@libero.it. Saluti. Paolo Luccioli

  • Enrico Flaccovio

    Controlla adesso

  • Enrico Flaccovio

    A chiunque avesse avuto problemi di ricezione del link chiedo scusa a nome della DF. È un problema che non era mai capitato, imprevisto e irrisolvibile.

    Scrivi direttamente a corsi@darioflaccovio.it per segnalare la tua iscrizione e mancata ricezione del link o fallimento dello stesso.

    Non succederà mai più, capiremo a breve qual è stata la causa di questo malfunzionamento.

  • FAAINGEGNERIACIVILE

    Finalmente sono riuscito a connettermi, ma ho perso i primi 40 minuti. Spero di poter rivedererli in futuro. Grazie

  • Francesco Ansaldi

    niente da fare

  • cinzia

    ho inviato una mail segnalando che non mi sono ancora pervenute le indicazioni per accedere al webinar…evidentemente non sono la sola
    la mia iscrizione risale al 18 u.s.

  • cinzia

    molto interessante anche se purtroppo il mio accesso è potuto avvenire circa mezz’ora dopo l’inizio del corso
    grazie comunque per l’iniziativa

  • carlo

    come ottenere la registrazione?

  • Enrico Flaccovio

    Cinzia scrivi a corsi@ e segnala questo problema ;)

  • Enrico Flaccovio

    Ormai non è più possibile registrarsi, il Webinar è terminato alle 18 circa

  • carlo

    Ho seguito il Webinar. Non mi riferisco all’iscrizione ma alla registrazione video. Se non ho capito male il corso è stato registrato, o mi sbaglio?

  • Enrico Flaccovio

    Puoi chiedere delucidazioni scrivendo a corsi@darioflaccovio.it