Esame commercialista 2018: tutte le date e come prepararsi

Data: 16/04/2018 / Inserito da: / Categorie: Informazione Tecnica / Commenti: 0

 

Gli aspiranti commercialisti sono avvisati: con l’ordinanza del Miur del 26 gennaio scorso sono state indette la prima (14 giugno sez. A e 21 giugno sez. B) e la seconda sessione (15 novembre sez. A e 22 novembre sez. B) per l’Esame Commercialista 2018. Nell’ambito delle stesse sessioni sono previste anche le prove integrative per l’abilitazione all’esercizio della revisione legale.

 

Esame Commercialista 2018: come candidarsi per sostenerlo

 

Sei tra i candidati per sostenere l’esame? Bene, allora dovrai presentare la tua domanda di ammissione alla prima sessione non oltre il 23 maggio 2018 e alla seconda sessione non oltre il 18 ottobre 2018 presso la segreteria dell’università o istituto di istruzione universitaria presso intendi sostenere gli esami.

 

Chi ha presentato domanda per la prima sessione ma non è riuscito a partecipare alle prove può, in ogni caso, presentarsi alla seconda sessione presentando una nuova domanda entro il 18 ottobre 2018, facendo riferimento alla documentazione già allegata in quella precedente.

L’istanza va presentata in carta semplice indicando nome e cognome, data di nascita e di residenza, e allegando i seguenti documenti:

 

– per l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista:

  • diploma di laurea specialistica nella classe 64/S o di laurea magistrale nella classe LM 56 (scienze dell’economia);
  • diploma di laurea specialistica nella classe 84/S o diploma di laurea magistrale nella classe LM 77 (scienze economico- aziendali) ovvero diploma di laurea rilasciato dalle facoltà di economia secondo l’ordinamento previgente ai decreti emanati in attuazione dell’art.17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n.127, ovvero altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi della normativa vigente.

 

per l’abilitazione all’esercizio della professione di esperto contabile:

  • diploma di laurea nella classe 17 o nella classe L 18 (scienze dell’economia e della gestione aziendale), nella classe 28 o nella classe L 33 (scienze economiche), ovvero altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi della normativa vigente.


– per le prove integrative ai fini dell’iscrizione al registro dei revisori legali:

 

a) per i soggetti che intendono abilitarsi alla professione di dottore commercialista ed esperto contabile ed espletare le prove integrative: i titoli accademici innanzi richiesti per le rispettive abilitazioni all’esercizio della professione di dottore commercialista e di esperto contabile;
b) per i soggetti che hanno già superato l’esame di Stato di cui agli articoli 46 e 47 del decreto legislativo 28 giugno 2005, n. 139 e intendono espletare le prove integrative: certificazione o dichiarazione ai sensi degli art. 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, attestante la conseguita abilitazione all’esercizio delle professioni di dottore commercialista ed esperto contabile.
Inoltre, nella domanda il candidato dichiara di aver diritto all’esonero dalle singole prove ai sensi dell’art.11, comma 1, del decreto 19 gennaio 2016, n. 63.
Per l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista e per l’abilitazione all’esercizio della professione di esperto contabile si applicano le disposizioni transitorie di cui all’ art. 71 del decreto legislativo 28 giugno 2005, n. 139.


– ricevuta dell’avvenuto versamento della tassa di ammissione agli esami pari a 49,58 euro. Il contributo dovrà essere maggiorato per coloro che vogliono partecipare alle prove integrative ai fini dell’iscrizione al registro dei revisori legali, nell’importo previsto dall’art.3, comma 6, del DM 63/2016.

certificato di compimento del tirocinio professionale rilasciato dal competente Ordine professionale,

-attestato di compiuto tirocinio per l’accesso all’esercizio dell’attività di revisore legale o dichiarazione attestante l’assolvimento del tirocinio.

Il tirocinio deve risultare essere stato completato, al massimo, entro la data di inzio degli esami.

 

Occorre evidenziare che per chi intendesse sostenere l’esame di abilitazione nella stessa sede dove ha conseguito il titolo accademico, la documentazione relativa al conseguimento del titolo è contenuta nel fascicolo del candidato a cura degli uffici dell’università o dell’istituto di istruzione universitaria.

 

Chi presenterà la domanda oltre i termini sarà escluso dalla partecipazione degli esami, quindi occhi aperti e tenere bene a mente le scadenze.

 

Il calendario delle prove dell’Esame Commercialista

Gli esami di abilitazione della prima sessione si svolgeranno:

  • 14 giugno (sez. A),
  • 21 giugno (sez. B).

 

Gli esami di abilitazione della seconda sessione si svolgeranno:

  • 15 novembre (sez. A),
  • 22 novembre (sez. B).

 

Le prove successive, comprese quelle integrative ai fini dell’iscrizione al registro dei revisori legali, si svolgono secondo l’ordine stabilito per le singole sedi dai Presidenti delle commissioni esaminatrici, reso noto con avviso nell’albo dell’università o istituto di istruzione universitaria sede di esami.

 

Esame di abilitazione commercialista: il libro che ti aiuta a superarlo

 

Per la preparazione del tuo esame, il fatidico momento in cui potrai conseguire il titolo e tagliare l’ambito traguardo professionale, ti suggerisco un testo completo, utile e chiaro: “Temi Svolti Esame di Stato Dottore Commercialista” di marina Capobianco.

 

Manuale Pratico con 50 temi svolti, appendici normative e tracce inedite per un approccio originale e attuale per la prima-seconda-terza prova d’esame

 

Questo è  un manuale di altissimo valore destinato agli aspiranti dottori commercialisti alle prese con l’esame di stato ma valido anche come aiuto per professionisti, studenti universitari e avvocati che si occupano di diritto dell’economia.

 

Il Manuale “Temi svolti per l’esame di dottore commercialista” si compone di tre parti, una per ciascuna prova d’esame (economia, diritto commerciale, diritto tributario e tecnica professionale). Ogni parte, a sua volta, contiene oltre 15 temi svolti più 1 appendice normativa, aggiornate al 2017, oltre ad alcune tracce non ancora oggetto d’esame, quindi inedite, scelte in base alla probabilità d’estrazione e all’attualità dell’argomento. 

 

I temi trattati concernono tracce d’esame, estratte e non, per gli anni dal 1996 alla prima sessione 2017, nella sede d’esame di Palermo. 


I temi sono suddivisi in due sezioni: una teorica, nella quale ciascun argomento è affrontato dal triplice aspetto economico-contabile (OIC-IAS), civilistico e fiscale e una pratica, in cui si forniscono esempi ed esercizi. In totale il libro contiene 50 temi svolti e 4 appendici normative. Queste ultime hanno lo scopo, da un lato, di far conoscere gli aggiornamenti normativi (e, in particolare, gli schemi di bilancio e le regole del contenzioso tributario) e, dall’altro, di fornire una guida di sintesi sulle norme in tema di determinazione del reddito imponibile.

 

L’idea di realizzare un manuale contenente temi svolti nasce nell’ottica di rendere disponibile l’opera, utilizzata dall’autore per superare l’esame, anche a futuri aspiranti dottori commercialisti alle prese con l’esame di stato. Il lavoro risulta comunque molto utile per i soggetti che intendono ottimizzare i tempi di studio a loro disposizione, al fine di semplificare l’intensa mole di lavoro da svolgere in vista del superamento dell’esame.

 

Non mi resta che farti un grande in bocca al lupo e augurarti buono studio per sostenere e superare al meglio il tuo esame per diventare dottore commercialista!

 

Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy