Pensieri malinconici e Christmas blues: come affrontarli al meglio

Data: 06/12/2018 / Inserito da: / Categorie: Mondi e Culture / Commenti: 0

Inauguriamo la nostra rubrica “Pillole di benessere” incentrata su temi e piccoli ma preziosissimi suggerimenti per affrontare la nostra vita quotidiana al meglio!

 

Impareremo come gestire le nostre emozioni, come superare dei momenti negativi e quindi puntare al benessere personale, fisico e mentale.

 

Lo faremo insieme ai nostri “traghettatori di emozioni”, psicologi e psicoterapeuti di grande spessore umano e professionale, i quali ci propongono libri di psicologia capaci di offrirti il giusto supporto e che puoi trovare all’interno della collana Binario | LIBRI X EVOLVERSI.

 

Il primo articolo di oggi è di Roberta De Angelis, co-autrice insieme a Ilaria Riviera del libro “Happy Dolphin” che ti permetterà di raggiungere il benessere personale con 30 regole pratiche, che ti aiuteranno ad incrementare l’autostima, migliorare il senso di autoefficacia, le relazioni sociali e il benessere percepito. Buona lettura!

 

C’è chi il Natale lo aspetta con fervore, non vede l’ora di trovarsi a camminare tra i mercatini di Natale sorseggiando vin Brulè, di correre da un negozio all’altro in cerca del regalo perfetto, di spuntare le caselle del calendario dell’avvento, di indossare un maglione con la renna, di comprare le palline per l’albero di natale, di fare i biscotti con zenzero e cannella, di organizzare il menù per la cena della vigilia. Ma c’è anche chi non vede l’ora che arrivi il 26 Dicembre per tirare un sospiro di sollievo e vive questo periodo con ansia, preoccupazione, tristezza, malinconia.

 

Questo stato di insofferenza che si manifesta con l’avvicinarsi delle feste di Natale si chiama “Christmas Blues” o depressione natalizia.

 

La depressione natalizia si manifesta con sintomi quali anedonia, insonnia, pianto, ansia, pensieri negativi, abbassamento del tono dell’umore.

 

L’arrivo delle feste porta con sé diverse fonti di stress quali:

 

  • La corsa ai regali di natale, che oltre che portarci a fare file infinite, ore di traffico, potrebbe essere mal tollerata da chi ha problemi economici
  • L’obbligo di passare le feste in famiglia, che può riacutizzare il proprio disagio se si vive una situazione familiare non piacevole o dolorosa
  •  l’avvicinarsi del capodanno ed il conseguente bilancio di fine anno
  •  gli spot televisivi che accentuano l’ideale della famiglia e delle relazioni perfette, che in molti desiderano pur non avendo, sono solo alcuni degli stressor a cui si è sottoposti in questo periodo.
Inoltre con l’arrivo dell’inverno la diminuzione delle ore di luce, e della produzione di serotonina ha effetti negativi sull’umore e sul ritmo sonno-veglia.Che fare quindi se Natale porta con sé questa malinconia?
 
1)      ORGANIZZAZIONE:

 

  • pianificare per tempo i regali in modo da non dover affrontare file stressanti, e stilare un budget da rispettare
  • pianificare gli incontri sociali, scegliendo con cura quelli a cui si vuole partecipare, aumentare gli incontri piacevoli e diminuire quelli che sappiamo potrebbero provocarci malessere

 

2)      BENESSERE:

 

  • Fare una passeggiata nelle ore di luce per aumentare il benessere psicofisico
  • Dedicare del tempo a se stessi, a delle attività piacevoli, come ad esempio vedere un vecchio film, leggere un libro, bere una cioccolata calda

 

3)      CONSAPEVOLEZZA:

 

  • Ascoltare ed accettare le proprie emozioni
  • Minimizzare le aspettative sul natale, ridimensionando l’importanza del periodo natalizio e vivendo le feste secondo i propri valori, non come una imposizione

4)      CONDIVISIONE

 

  • Confidare alle persone più intime il proprio stato d’animo ci sarà d’aiuto per sentirci meno soli e potrebbe avere un effetto positivo sul nostro umore
  • Condividere il proprio tempo con gli amici ed i familiari più cari dimenticando le corse ai regali e tutti gli stress che il Natale porta con sé ma focalizzandosi sul trascorrere dei momenti nutrienti e piacevoli
Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy