Combattere lo stress con i cinque sensi

Data: 11/02/2019 / Inserito da: / Categorie: Mondi e Culture / Commenti: 0
Lo stress ci rende più fragili e soggetti ad ammalarci, quindi è importante sapere come fronteggiarlo al meglio, provando a gestire ogni situazione.
 
Come combattere lo stress con i cinque sensi? Oggi cerchiamo di scoprirlo insieme.
 
Sembrerà banale, almeno concettualmente, ma nei fatti non lo è: per non subire gli effetti negativi dello stress è necessario ritrovare un equilibrio interiore e tendere al miglioramento personale.
 
Lo stress è come una grande casa piena di stanze e ciascuna è arredata diversamente, quindi ti chiedo di fare un esercizio semplicissimo per provare a capire, prima di tutto, quale forma di stress ti sta attraversando in questo momento.
 

Stress da lavoro

Sei sovraccarico di scadenze, impegni, riunioni di lavoro, pensieri che non riescono a farti dormire la notte? Molto probabilmente il tuo è uno stress da lavoro.
 
Allenta la presa, definisci le priorità, scrivile su un foglio e separale da tutte quelle incombenze di cui non necessariamente sei tenuto a occuparti con urgenza.
 
Molto spesso vorremmo essere multitasking, occuparci di tante problematiche nello stesso momento, sappi che non è possibile ed è anche controproducente.
 
Certamente molti di noi sono in grado di gestire più faccende ed, anzi, il quotidiano, il lavoro d’ufficio e le responsabilità in generale ci impongono uno sforzo rilevante. Ciò, però, non significa dover rischiare un esaurimento.
 
Ogni ora fai una bella pausa, respira a fondo, fai una passeggiata, non ha importanza se fuori in giardino, al parcheggio o lungo il corridoio: concediti respiro.
 

Stress cronico

Lo stress che si prolunga per molti giorni o mesi può debilitarci in maniera seria, con un impatto negativo sulla nostra vita e la nostra salute.
 
Questa forma di perdita di equilibrio porta tutta una serie di disturbi come emicranie, insonnia, tachicardia, inappetenza o gastrite nervosa.
 
Anche in questo caso si tratta di campanelli d’allarme: la nostra mente e il nostro corpo ci avvisano di aver superato la linea gialla, dobbiamo capire perché, eliminando o almeno riducendo al minimo tutte quelle circostanze che possano averci condotto a quello stato.
 
Vediamo insieme, qualunque sia l’origine del tuo stress, come combatterlo attraverso i cinque sensi:
 

  • Olfatto
Quale profumo ci rilassa più di ogni cosa? Qual è quel meraviglioso profumo che ci piaceva da morire da piccoli?
 
Quando io tornavo a casa da scuola, a volte mia madre riponeva le bucce dei mandarini dentro il camino e quel profumo si diffondeva in tutto l’appartamento.
 
Non è un caso che oggi, quando non mi senta particolarmente rilassata, ho bisogno di sentire quel profumo, di avvicinare il naso alla buccia del mandarino e poi di gustarmelo, come per completare quel processo di “guarigione”.
 
Ricordati di te, di ciò che ti piace, che ti rilassa e che ti fa star meglio. Cerca quel profumo e goditi un momento tutto tuo.
 

  • Tatto
 
Conosci la pet therapy? Accarezzare un animale è utile per contrastare ansia e stress. Non è un modo di dire, credimi, è scientificamente dimostrato. Se non ci credi, prova!
 
Quando il nostro gatto si avvicina a noi e comincia a fare le fusa, accarezzarlo dolcemente fa star bene lui e anche noi stessi, lui in quel momento ha un grande potere.
 
Questo contatto, questa necessità di entrare nell’emisfero dell’altro, è ovviamente benefico anche con le altre persone.
 
Abbraccia qualcuno a cui vuoi bene.
 
Quando l’abbraccio supera i venti secondi, il nostro corpo rilascia dopamina, ossia l’ormone del buonumore!

  • Vista

Lo sai che grande beneficio possono dare i colori?
 
Ce ne accorgiamo subito entrando in casa di amici o da una persona cara, prova a riflettere: quante volte osservando una parete azzurra hai sentito una diffusa sensazione di benessere?
Non era un caso. E come mai quando siamo nervosi apriamo le finestre, le porte o usciamo fuori per cercare la luce del sole?
 
Il contatto con i colori e con la natura circostante aiutano il nostro corpo a guarire, come quando andiamo al mare e respiriamo a pieni polmoni il suo profumo. Quel mare cristallino e azzurro ci entra dentro aumentando la produzione di serotonina, quindi portandoci a un grado di serenità o addirittura felicità inimmaginabile.
 
Ovviamente ho parlato del mare perché, anche in questo caso, è l’unico posto che cerco quando mi sento satura.
 
Per te potrebbe essere un parco oppure la montagna, non importa: cerca ciò che ti fa stare bene, perditi nei colori della natura e addomestica l’ansia.
 

  • Udito
La natura, come vedi, può venirci incontro in molti modi. Se ti ho convinto e sei andato al mare, adesso chiudi gli occhi e ascolta il rumore delle onde e il cinguettio degli uccelli. Come ti senti adesso?
 
Se non hai l’opportunità di andare fuori, metti delle cuffiette e concediti dieci minuti di musica, magari musica classica.
 
Incrementando lo stimolo uditivo si riesce a tornare in equilibrio.
 

  • Gusto

Concludo con il gusto, perché dalle ricerche che ho fatto ho notato che è uno dei sensi più usati in caso di stress!
 
Noi donne, in particolare, lo sappiamo bene: quando sentiamo che manca qualcosa o al contrario che c’è troppa elettricità nell’aria, anche se non abbiamo fame, cerchiamo i dolci.
 
Non si tratta soltanto di una propensione ad essere golosi, si tratta di reminiscenze del passato, le cose dolci  e semplici ci riportano alla nostra infanzia.
 
Via con tisane rilassanti alle erbe, tiglio, camomilla e valeriana!
 
Quale dei cinque sensi viene maggiormente in tuo soccorso in caso di stress?
 
Cosa ti permette di gestirlo al meglio? Lasciaci un commento e continua seguirci per scoprire le prossime pillole di benessere!
Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy