NTC 2018 e collaudo statico: il libro, finalmente

Data: 04/04/2019 / Inserito da: / Categorie: Informazione Tecnica / Commenti: 0
Per collaudo statico si intende la procedura volta a valutare le prestazioni delle opere e le componenti strutturali, la quale, nel momento in cui si conclude con esito favorevole e positivo, si chiude con il conseguente certificato di collaudo.
 
Oggi voglio parlarti di un libro molto atteso – da oltre dieci anni- ad opera dell’architetto Salvatore Lombardo e dell’ingegnere Vincenzo Venturi: mi riferisco a Collaudo statico delle strutture secondo le NTC 2018.
 
Si tratta della seconda edizione aggiornata, per l’appunto, alle NTC 2018 e la trovi in tutte le librerie online e offline, nonché sul nostro sito usufruendo di un prezzo agevolato e speciale dedicato a te.
 
Centrale la figura del collaudatore statico, ossia il responsabile della verifica della conformità alle prescrizioni formali e sostanziali della progettazione strutturale, capace di agire anche in autonomia mediante integrazioni apportate all’operato del direttore dei lavori per mezzo di accertamenti, indagini e studi.

Collaudo statico e NTC 2018: le novità della seconda edizione

Gli autori scendono nel dettaglio in maniera chirurgica, illustrando sia le competenze che le responsabilità del collaudatore statico assegnate dalla normativa ai fini dell’assolvimento degli adempimenti tecnici e amministrativi che lo conducono al giudizio sulla collaudabilità o non collaudabilità statica dell’Opera.

 

Una particolare attenzione viene data alle procedure di controllo di accettazione dei materiali e dei prodotti strutturali.

 

Inoltre, il lettore e il tecnico assisteranno a una rassegna approfondita delle risorse tecnologiche oggi disponibili e ai punti centrali della normativa di riferimento a garanzia della riproducibilità e ripetibilità dei risultati sperimentali.

 

Il collaudo statico si profila come un atto complesso, dunque, di natura tecnica, economica e amministrativa, costituente l’atto finale e definitivo di approvazione dell’Opera.

 

Costituisce un atto non appellabile e non impugnabile che non ammette equipollenti, in seguito al quale viene poi redatto un apposito verbale per il committente, in modo tale che sia messo nelle condizioni di conoscere l’esito della verifica mediante quello che viene definito certificato di collaudo.

 

Questo libro è dedicato e rivolto totalmente ai tecnici per fornire tutte le indicazioni operative e definire i contenuti, i modi e i tempi legati agli atti connessi al collaudo statico delle strutture alla luce delle Nuove Norme Tecniche 2018.


Il testo è ambizioso e al tempo stesso molto fruibile: l’intenzione degli autori è quella di non rinunciare al rigore scientifico e al contempo fornire a chi legge una semplicità di accesso al manuale tecnico in modo da risultare chiaro e accessibile, soprattutto alla luce delle NTC 2018, in modo da poter ricavare correttamente quali sono nel concreto le prescrizioni previste dalle Nuove Norme Tecniche 2018.

 

Un manuale operativo che indaga sulle finalità del collaudo statico, partendo dal quadro normativo e esaminandolo nel dettaglio ai vari attori coinvolti, le opere e la giurisprudenza in materia.

 

Inoltre, approfondisce in maniera dettagliata i controlli di accettazione del calcestruzzo, dell’acciaio per c.a., i controlli sui dispositivi antisismici, i controlli sul calcestruzzo in opera, sui tiranti d’ancoraggio, sulle strutture prefabbricate in c.a. e c.a.p., nonché sulle strutture in acciaio, sulle costruzioni in muratura e in legno.

 

Nella seconda parte del testo ci si concentra dettagliatamente sulle prove di carico sui ponti stradali e sui pali di fondazione.

 

Sfoglia immediatamente l’anteprima gratuita online e acquistalo a un prezzo shock sul nostro sito!

 

 

 

 

Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy