Come superare una crisi di coppia senza soffrire

Data: 26/11/2019 / Inserito da: / Categorie: Attualità e innovazione, Mondi e Culture, Psicologia / Commenti: 0



Eccoci alla seconda storia della nuova rubrica “L’angolo di BlueAngy“, dedicata agli affari di cuore, ai sentimenti apparentemente più insondabili, ai problemi di coppia e a tutto ciò che ne consegue.

La parola a Angela Princz, in arte BlueAngy, che in questi giorni ha ricevuto parecchie richieste di aiuto e confronto su come superare una crisi di coppia senza soffrire.

Mi scrive una ragazza, che qui chiameremo Monica. L’ho incontrata perché aveva bisogno di un confronto in merito ad un’unione sentimentale e sessuale con un uomo da circa un anno.
 
Tutto va a gonfie vele, sembra un sogno. E infatti forse lo era.
 
Un giorno, lui, che qui chiameremo Antonio, rivendica il suo spazio. Andava bene stare insieme, andava benissimo condividere i giorni e soprattutto le notti, pur senza convivenza de facto, ma evidentemente a un certo punto a lui, quel rapporto, non andava più bene.
 
Capita a tutti, un momento di confusione, nella vita. E quando accade, siamo chiamati ad analizzare cosa succede all’altro, perché non sempre si viaggia sulla stessa lunghezza d’onda.
 
Monica è stata molto male, pensava -com’è ovvio che sia- che ci fosse un’altra donna.
 
A quel punto Antonio nega, giura che non c’è nessun’altra, ma che ha solo bisogno dei suoi spazi.  

Si tratta di una fase che chiamerei di conflitto interiore, per cui le ho suggerito di non forzare la mano e assecondarlo, in maniera strategica. 

 
Non bisogna mai accontentarsi delle briciole e neanche richiedere l’impossibile all’altro, soprattutto se per l’altra persona l’esigenza primaria è riprendere i propri spazi.
 
La sessualità non mente mai: quella tra Monica e Antonio è un’intimità coinvolgente, stravolgente, completa, totalizzante.
 
Ho detto a Monica che questo non può generare dubbi e  proprio da là bisogna partire. Nella vita, le decisioni, le posizioni, le scelte, devono scaturire in maniera naturale, soprattutto nelle relazioni. Cosa fare? Lasciar scorrere le cose, come sul letto di un fiume, partendo dal presupposto che non devono esserci forzature.
 
Vediamo l’evoluzione di questo rapporto dopo la “strategia” messa in atto.
 
Adesso Monica ha abbandonato le aspettative, stanno insieme, condividono momenti di travolgente passione, condividono con positività i momenti in comune. Monica non ha mai avuto questo trasporto fisico ed emotivo verso nessun altro, ma la cosa importantissima è questa: adesso non soffre.
 
Se subentra la sofferenza, conviene chiudere il rapporto. Non possiamo forzare l’altro, ma prima di tutto non possiamo costringere noi stessi a sopportare l’insopportabile.  
  
Cosa ci insegna questa storia, giunta a noi via e-mail dalla nostra lettrice dopo avervi invitato a contattare BlueAngy?  
  
Ci insegna una cosa molto importante: bisogna dare il giusto peso alle situazioni che viviamo, alle nostre emozioni, ai nostri sentimenti e a quelli dell’altro, per ritrovare un sano equilibrio e vivere ogni circostanza in maniera consapevole. Come sempre, un ruolo da protagonista, poi, spetta alla nostra autostima, che ci aiuta a prendere decisioni opportune.

Vuoi raccontare la tua storia a BlueAngy? Scrivile a infonewlifeforyou@gmail.com e la nostra autrice e life coach ti aiuterà a risolvere i problemi di coppia per ritrovare la serenità e vivere la tua relazione in maniera sana.  In una sola parola, ti condurrà alla liberazione.
 
Ti lascio ancora una volta con un breve estratto del suo libro “Sesso, amore e liberazione”, che oggi dedichiamo a te e a tutti i lettori che, come te, credono nella bellezza dei sentimenti:

 
“Crediamo di sapere tutto circa quel sentimento complesso e vario che è l’amore o anche l’attrazione. 

Invece scopro sfumature sorprendenti e fuori dai cliché, e mi rendo sempre più infinite varietà e forme d’amore. 

L’amore è tante cose, è sesso e non solo sesso… ma è, soprattutto, sapersi aprire alle varietà che arricchiscono e fanno felici. 

La mia filosofia è: qualunque cosa sia, godiamocelo per quello che può dare”. 
 

 

Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy