Vulnerabilità sismica: quale danno produce un assegnato evento sismico?

 vulnerabilita-sismica-danno-evento-sismico
Il rischio sismico è determinato dalla contemporanea presenza di tre contributi:   


Soffermiamoci sul secondo aspetto: la vulnerabilità sismica degli edifici viene intesa come la propensione o suscettibilità degli stessi ad essere danneggiati dai terremoti.
Per la valutazione sismica della risposta della struttura e del danneggiamento in seguito a un evento sismico, possiamo distinguere una impostazione probabilistica (usata principalmente a livello di ricerca) e una impostazione semiprobabilistica (usata a livello professionale).  

Verifica vulnerabilità sismica: impostazione probabilistica

  •  L’evento sismico è definito come insieme di accelerogrammi (che rappresentano i possibili eventi sismici)
  • Le proprietà meccaniche della struttura sono definite considerando valori della resistenza differenti in ciascuna sezione, secondo una distribuzione statistica
  • Si determina la probabilità che per un livello di intensità sismica ag si verifichi un livello di danneggiamento Dj    V = p(ag, Dj)

 

Impostazione semiprobabilistica

  •  L’evento sismico è definito come valore di accelerazione (o meglio, come spettro di risposta)
  • Le proprietà meccaniche della struttura sono definite come valore di resistenza corrispondente ad un assegnato frattile
  • Si effettua una “tradizionale” verifica della struttura. 

Occorre però tener presente che l’azione sismica porterà al superamento della resistenza del materiale. 
 
  • L’uso di modelli lineari con fattore di comportamento q (con verifiche di resistenza) è affidabile se la struttura rispetta i criteri di gerarchia delle resistenze e di duttilità locale
  • In caso contrario diventa fondamentale l’uso di modelli non lineari (e si devono effettuare verifiche di duttilità

 

Quando possiamo essere chiamati a occuparci di edifici esistenti

Per valutare il grado di sicurezza di un edificio nei confronti delle azioni sismiche; per valutare la classe di rischio sismico di un edificio; per progettare interventi volti a migliorare la classe di rischio sismico di un edificio o adeguarlo sismicamente.  

Gli obiettivi, durante la valutazione della vulnerabilità di un edificio, sono sostanzialmente questi:  

  • Comprendere il modo in cui si comporta la struttura durante il sisma, per individuarne qualitativamente e quantitativamente le debolezze
  • Fornire una stima quantitativa dell’accelerazione ag (su roccia) che porta al raggiungimento dello stato limite di danno SLD
  • Fornire una stima quantitativa dell’accelerazione ag (su roccia)  che porta al raggiungimento dello stato limite di salvaguardia della vita SLV (oppure di collasso SLC) 
  
Per farlo, occorre affrontare diversi problemi:
 
- Conoscenza della struttura
- Modellazione della struttura
- Tipo di analisi da effettuare 
 
Per approfondire il tema in maniera completa ed esaustiva, il nostro suggerimento è quello di leggere e studiare i libri del professore Aurelio Ghersi totalmente dedicati agli edifici antisismici in cemento armato, in acciaio e in muratura
 
Puoi sfogliare tutti i contenuti che vuoi: infatti, per ogni volume abbiamo inserito un interessante abstract gratuito per permetterti di capire quale testo fa al caso tuo. Buona formazione!
 

Torna indietro

I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti attraverso una piattaforma esterna (Disqus). Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy